Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Continuando ad usare questo sito si accetta implicitamente di utilizzare i cookie.

informativa >>


 

 
Malattie infettive in gravidanza PDF Stampa E-mail

 

 

In tale ambito il Prof. Noia ha profuso un impegno particolare.

 

Partendo da uno studio fondamentale sulla toxoplasmosi in gravidanza, iniziato nel 1978 dal Prof. Bellati e dimostrante il successo terapeutico dell'uso della spiramicina dopo sieroconversione certa in gravidanza, ha confermato questi dati con i prelievi di sangue fetale mediante cordocentesi.

 

In collaborazione con l'Istituto di Microbiologia ha partecipato all' ottimizzazione dell'uso di micrometodi per la quantificazione e la precisazione diagnostica della infezione fetale. Ciò non solo ha ubbidito al criterio della precisazione diagnostica, ma ha altresì confermato l'importanza del prelievo fetale nelle infezioni materne in gravidanza: è stato ribadito, infatti, che ad ogni infezione materna non corrisponde sempre e comunque l'infezione fetale.

 

A tale proposito è di particolare rilievo lo studio effettuato dal Prof. Noia, sull'ontogenesi del sistema immune, in relazione a condizioni di ipossia (quella anemica dell'Isoimmunizzazione-Rh e quella ipossica della idrope fetale non immune), che condizionano, in modo diverso, il timing di espressività dei processi maturazionali delle varie popolazioni linfocitarie, nella vita prenatale.

 

E’ da segnalare uno studio epidemiologico sulla diffusione delle malattie infettive cui ha partecipato, insieme ad altri colleghi, collaborando con l'Istituto di Igiene della nostra Università.

 

La diffusione dell'uso di sonde di biologia molecolare e di anticorpi monoclonali per l'immunologia del feto è stata la naturale evoluzione di questi studi sulla vita prenatale.

 

Inoltre, negli ultimi 5 anni, la precisazione diagnostica dell’eventuale infezione fetale, particolarmente per le malattie virali come CMV e Rosolia, ha permesso di tranquillizzare centinaia di pazienti che si presentavano con una sicura sieroconversione avvenuta in gravidanza e che erano già state avviate alla interruzione volontaria di gravidanza.

 

Tali dati si traducono in un Counseling più corretto per la coppia in esame e portano a scegliere più serenamente e meno drammaticamente qualora la precisazione diagnostica venga ottenuta.

 

 


 

 

 

 

 

Powered by © noiaprenatalis.it