Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Continuando ad usare questo sito si accetta implicitamente di utilizzare i cookie.

informativa >>


 

 
Aspetti psico-biologici del rapporto madre-bambino PDF Stampa E-mail

 

 

Una serie di studi sono stati effettuati sull’aspetto psico-biologico del rapporto madre-bambino con i suoi risvolti nel post-partum.

 

Tale studio è derivato da una collaborazione con l'Istituto di Psicologia dell'Università "La Sapienza" (Dr. Prezza, Prof. Bertini) sull'importanza della quantificazione della disforia puerperale, detta anche "maternity blues", sul rapporto madre-bambino nella periodo post-partum.

 

In tale campo di studio sono stati affrontati 2 aspetti:

 

  • il dosaggio di alcuni peptidi (le chinine vasoattive) come mediatori dello stress (correlazione più propriamente biochimica con lo stato disforico);

 

  • la conoscenza o meno del sesso del nascituro da parte della madre (intesa come percezione psichica e non derivante dalla diagnosi ecografica) e l'entità della disforia.

 

Quest'ultimo aspetto è stato ripreso da riviste a divulgazione nazionale per l'evidente interesse destato da questo "particolare" colloquio tra madre e feto.

 




 



 

Powered by © noiaprenatalis.it